La Cantina del Don Claudio – tappo numero uno: Progetto col Fondo

Il primo vino scelto dal nostro Massimiliano Tieppo, che nelle prossime settimane ci prenderà per mano e ci accompagnerà in un percorso attraverso alcune etichette presenti nella carta dei vini del Don Claudio.  

Una personale lista che, per eterogeneità di proposte, sarà in grado di delineare l’universo del Ristorante, e di conseguenza anche quello del nostro Sommelier.

Si chiama Progetto col fondo e lo fa Loris Rizzetto – di Cantine Rizzetto – sui colli trevigiani. Di fronte a questo vino viene voglia di pronunciare la frase delle favole, quel  “c’era una volta” che riporta ad un tempo che – purtroppo – non c’è più. Glera in purezza vinificata in acciaio senza lieviti selezionati, sosta per tre mesi sulle fecce nobili per poi rifermentare naturalmente in tarda primavera per il fisiologico aumento della temperatura.

Vino essenziale e leggero con soli 11,5 gradi di alcol, con sensazioni al naso fresche e fruttate in gioventù, per poi virare su note più complesse e articolate col tempo anche grazie al contatto con i lieviti. In bocca è secco con finale sapido e ben equilibrato.

_MG_9251

Ideale a tutto pasto, perfetto con i piatti della tradizione veneta.

Al Don Claudio nella pagina delle bollicine italiane a 17 €.

Salute!

Massimiliano Tieppo

2017-08-18T08:47:49+00:00